Ayurveda In Estetica: Perché Scegliere Pac Beauty Project?

21 Dicembre 2018 Pac Beauty Project

Da 30 anni siamo l’Ayurveda per il Centro Estetico, con un sistema completo per il viso e il corpo di trattamenti e prodotti ayurvedici.

Ma è giusto chiederlo: perché sceglierci e affidarsi a noi?
Perché l’Ayurveda, e perché proprio Pac Beauty Project?

Siccome la domanda è giusta, vogliamo raccontarti, nel modo più chiaro e più semplice, 8 buoni motivi per farlo.


1) Abbiamo un’esperienza unica

Siamo stati i primi a portare nel mondo dell’Estetica Professionale l’Ayurveda, molto tempo fa. Questo significa che abbiamo accumulato enormi conoscenza e pratica.
Che abbiamo verificato e selezionato i componenti, cambiando e rinnovando quando è servito. Avendo avuto oltre 30 anni per valutare, scegliere, sperimentare e raggiungere la massima efficacia in ogni singolo progetto e prodotto.

30 anni partendo da pionieri, che significano oggi un patrimonio ineguagliabile in molti campi. Per esempio nella conoscenza approfondita di quelle piante che sono oggi la base molto concreta del nostro lavoro con l’Ayurveda.


2) Non è questione di marketing

Da qualche anno è normale assistere a un forte interesse verso le discipline olistiche, verso lontane tradizioni, verso l’Oriente.
E questo, per molti, tutto ciò rappresenta un business attraente.
E non c’è nulla di male: è naturale e giusto che sia.
Anche la nostra è un’Impresa, e quindi non dobbiamo certo raccontare che non abbiamo scopi d’impresa.

Ma detto questo, certamente il motivo per cui l’Ayurveda è diventata il cuore del nostro lavoro ha radici molto diverse: all’inizio degli anni ’80 infatti, certamente non c’era nessun particolare interesse e praticamente nessuna conoscenza da parte del pubblico. Non sarebbe stata un’idea di marketing così entusiasmante!

A muoverci fu quindi altro: la scoperta e la consapevolezza di qualcosa che poteva essere ed era efficace, potente, unica per la cura estetica della pelle.
Per questo sin da subito ci siamo concentrati sui contenuti. Per questo ci siamo dedicati agli aspetti più reali e più tangibili.
Non abbiamo cercato semplicemente “l’emozione” per qualcosa di esotico, ma qualcosa di molto più concreto: i risultati. Quelli veri.
Attraverso due elementi fondamentali: il modello ayurvedico e la sua botanica. Così com’erano e sono.

E questo, oggi, fa la differenza.


3) La nostra è una storia molto specifica

E’ normale che un’impresa nel settore dell’Estetica professionale si dedichi a prodotti e servizi differenti, come make-up, attrezzature di vario genere, servizi…
E anche questo è sacrosanto che sia.

Tuttavia noi abbiamo sempre pensato che è importante dedicarsi a quello che si sa fare bene.
Dal 1977 ci occupiamo di prodotti cosmetici e solo su questo abbiamo concentrato ogni sforzo, ogni energia, tutta la nostra ricerca. E solo su questo abbiamo sviluppato tutte le nostre competenze.


4) Progettiamo e produciamo i nostri prodotti

Può sembrare una cosa ovvia, ma non lo è.
Molti operatori non si occupano affatto di tutte queste fasi: alcuni producono per conto terzi, altri si occupano esclusivamente di commercializzare un marchio, per esempio.

Questo vuol dire migliore o peggiore qualità? NO.
Non vogliamo raccontarvi ciò che non è assolutamente detto che sia.
Certamente, in un caso o nell’altro, potremo trovare prodotti eccellenti come prodotti pessimi. E in entrambi i casi possiamo incontrare operatori serissimi oppure… no.

Tuttavia riteniamo che avere il controllo diretto di tutte le fasi sia tutt’altro che indifferente. Siamo convinti che progettare, produrre e commercializzare, tutto in prima persona, permette di lavorare sui prodotti costantemente, gestire con la propria mano ogni modifica e miglioramento, praticamente “in tempo reale”, essere del tutto indipendenti nella scelta di ogni componente impiegato e nella creazione di una formula.

In poche parole, riteniamo che sia l’unico modo per realizzare il prodotto davvero desiderato e poterlo far “crescere” nel modo più efficace.


5) Abbiamo un focus molto chiaro e preciso

Vale la pena di ribadirlo: il nostro lavoro è tracciato in modo molto chiaro dal modello ayurvedico.
Perché Ayurveda non è un massaggio esotico o un prodotto in particolare: prima di tutto è un approccio, un punto di vista sul come affrontare i problemi e trovarne le soluzioni.

Non tutti i nostri prodotti hanno una matrice direttamente ayurvedica: una linea come OX3 per fare un esempio, che per noi è certamente un fondamentale, non è concepita con un riferimento specifico all’Ayurveda.

Ma quello che veramente conta, oltre al fatto che la quantità di prodotti che utilizzano composti ayurvedici è nettamente prevalente nella nostra produzione, è che l’Ayurveda costituisce il punto di partenza per una concezione del trattamento estetico che influenza e determina la quasi totalità delle scelte produttive e di metodo.


6) Diamo significato al concetto di “trattamento personalizzato”

Questa idea è ovviamente espressa quasi ovunque, oggi. Ogni Centro Estetico la propone possiamo dire.
A volte riempiendola con buon significato, a volte… un po’ meno.

Per noi “personalizzare” non significa trovare un nome simpatico per qualificare “il nuovo metodo”.
Personalizzare vuol dire, prima di tutto, pensare un trattamento in funzione della persona e delle sue caratteristiche, oltre che dei suoi inestetismi.

Significa disporre di prodotti dall’azione specifica e che si possano integrare efficacemente tra loro, sempre in funzione di inestetismo/persona, per arrivare ad avere un mix pressoché infinito di combinazioni, che possono effettivamente essere tagliate su misura per chi riceve il trattamento.

Questo richiede all’Estetista lo sforzo di conoscere, di valutare ogni volta, di “creare” ogni volta.
Ma è l’unica via per arrivare al risultato pieno. E dare significato all’idea di “personalizzare” un progetto di lavoro sulla persona.

Con una gamma di prodotti non solo concepiti come abbiamo indicato precedentemente, ma anche estremamente ampia e completa, in grado di fornire soluzioni adeguate nella stragrande maggioranza delle situazioni reali, concrete e specifiche.


7) Crediamo che per il Centro Estetico debba decidere sempre… il Centro Estetico

Anche questo può sembrare banale e ovvio, ma in concreto quali sono i modi in cui si stabilisce una relazione tra azienda produttrice e Istituto di Estetica?

Sul piano tecnico

noi promuoviamo modelli di trattamento, ovvero tecniche di applicazione del prodotto. E da sempre organizziamo corsi, sia per divulgare l’Ayurveda che il lavoro sul corpo.
Ma mai con l’obiettivo di “guidare” o peggio di “indottrinare”: noi realizziamo strumenti. Dobbiamo fare in modo che siano eccellenti strumenti. E, dove richiesto, fornire un servizio di supporto a questi strumenti.

Ma proprio perché si tratta di questo, di strumenti per l’Estetista (e ce ne ricordiamo sempre), nulla è imposto e nulla è evangelico: la scelta ultima su cosa fare in Istituto e come farlo al meglio non può e non deve essere nostra.
Lo sappiamo, ne siamo convinti e lavoriamo tenendolo a mente.

Sul piano commerciale

anche qui, abbiamo sempre lavorato avendo in mente la massima libertà del Centro, unico padrone delle proprie scelte.

Noi crediamo nel nostro lavoro. Ci crediamo molto!
E per questo non ci interessa “imporre” nulla, nel rapporto commerciale col Centro Estetico.
Impianti importanti, minimi d’ordine impegnativi, obblighi sul numero di pezzi…

Nulla di tutto ciò: proprio perché crediamo nei nostri prodotti, crediamo che sarà il nostro cliente, per sua scelta e sua motivazione, a scegliere di lavorare con noi di più e meglio, se vorrà.
Quindi siamo orientati certamente alle politiche che incentivino l’acquisto. Ma solo come opportunità (per chi ne ha interesse) e mai come imposizione, esplicita o nascosta.


8) Crediamo nelle scelte tecniche, non in quelle “ideologiche”

La cura dei prodotti e della bontà delle loro formulazioni è sempre stata al centro delle nostre scelte.
Curarne gli aspetti “esteriori” è sicuramente importante, ma per noi è sempre stato secondario rispetto alla loro funzionalità, sicurezza e qualità tecnica. Quella dei risultati cioè.

Sicurezza e affidabilità di un prodotto non si ottengono scrivendo “senza questo” o “non contiene quello“. Espressioni che, tra l’altro, sono ben poco in sintonia (anzi…) con il Regolamento Europeo che è di fatto la legge sui cosmetici a cui tutti siamo assoggettati. Come è giusto che sia!
E per questo non abbiamo e non avremo mai claim pubblicitari fatti così: la prima regola, per muoversi con etica, è… rispettare le regole.

Non scegliamo e non sceglieremo i componenti perché “la pancia” del momento richiede questo o quello, per seguire una qualche moda, ma sempre e solo nella coscienza di trovare l’equilibrio migliore possibile, dettato da un’esperienza molto lunga e diretta, col risultato e la sicurezza al centro delle nostre scelte.

Non faremo prodotti con l’INCI “corto” o l‘INCI “lungo” perché la tendenza, a fasi alterne, lo richiede.
Non metteremo “più piante” perché fa occhio, o “meno piante” perché sembrino più concentrate.
Abbiamo massimo rispetto per il marketing, ma vorremmo che il nostro (di marketing) restasse sempre quello dei contenuti, prima di tutto.

E che ci porti sempre a realizzare la cosa migliore di cui siamo capaci. Proprio nei contenuti.

Tutto questo non dice che siamo bravi o che non lo siamo.
E non era lo scopo di queste righe.

Tutto questo tenta solo di raccontare con semplicità quello che la Pac Beauty Project è.
E per quali motivi vale la pena di sceglierla oppure no.

E la garanzia più evidente di molte delle cose che abbiamo scritto, si trova in tutte quelle clienti che dopo decenni continuano a riconoscerci fiducia e ci scelgono.
Perché per questa cosa qui, un bel racconto non è sufficiente.


E se vuoi saperne ancora di più, scrivici qui

Il Tuo Nome
Il Tuo Istituto (facoltativo)
La Tua Email
Scrivi Il Tuo Messaggio

 


 

Condividi adesso sui tuoi social!

Pac Beauty Project

Cosmetici Professionali dal 1977. Primi, già dagli anni '80, a portare l'Ayurveda nel settore dell'Estetica, attraverso prodotti, componenti e metodologie complete di trattamento.